Olio extravergine di Oliva

CHE LA MEDICINA SIA IL TUO CIBO E IL CIBO LA TUA MEDICINA

NUOVA SCOPERTA: IL CONSUMO QUOTIDIANO DI OLIO EXTRAVERGINE DI OLIVA AIUTA A PREVENIRE E COMBATTERE I TUMORI INTESTINALI

Fin dall’antichità il legame tra alimentazione e salute ha interessato l’uomo, basti pensare che, alcune medicine antiche come quella cinese e indiana attribuiscono grande valore al cibo e affermano che ogni alimento è appropriato per un determinato organismo.

Un recente studio ha ampiamente validato le proprietà protettive dell’olio extravergine di oliva (EVOO). 

È il grasso vegetale più utilizzato in cucina, alimento principe della dieta mediterranea ma pochi ne conoscono appieno le proprietà salutari come ad esempio dell’acido oleico, infatti è di pochi mesi fa la scoperta che questa sostanza sia in grado di regolare la proliferazione cellulare e prevenire e combattere i tumori intestinali.

I ricercatori dell’Università Aldo Moro di Bari, coordinati dal professor Antonio Moschetta (ordinario di medicina interna), grazie a uno studio sostenuto da AIRC i cui risultati sono pubblicati sulla rivista Gatroenterology, hanno scoperto come l’assunzione quotidiana di EVOO, grazie all’elevato contenuti di acido oleico (70-80% ca), questa  sostanza sia in grado di regolare la proliferazione cellulare. In studi preclinici hanno potuto simulare geni alterati e stati di infiammazione intestinale, dimostrando che la somministrazione di una dieta arricchita di acido oleico è in grado di garantire notevoli benefici per la salute. Tali effetti positivi sembrano essere dovuti anche alla presenza dell’enzima SCD1 nell’epitelio intestinale, che funziona quale principale regolatore della produzione di acido oleico nel nostro corpo. Nello studio i ricercatori hanno inattivato il gene che codifica per SCD1 e hanno dimostrato che in assenza di acido oleico nella dieta, e in condizioni di diminuita produzione endogena ad opera di questo enzima, si ha dapprima infiammazione e poi lo sviluppo di tumori spontanei dell’intestino. Conclude Moschetta: “Se invece nella dieta si aggiunge acido oleico, si ripristina la normale fisiologia intestinale con riduzione dell’infiammazione e protezione contro la formazione dei tumori”. ¹

Note

  • www.airc.it       

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *